Piccoli lettori crescono

Il trattamento ridarelli di Roddy Doyle

Roddy Doyle  è uno scrittore e sceneggiatore nato a Dublino nel 1958. Laureato in lettere all’University College Dublin (UCD), prima di iniziare la sua carriera nel mondo della letteratura ha lavorato anche come insegnante. Le sue opere sono ambientate per lo più in Irlanda e hanno per protagonisti la gente della classe operaia di Dublino. Famoso per l’uso continuo dello slang e del dialetto irlandese nei suoi dialoghi, ha vinto il Man Booker Prize nel 1993 con Paddy Clarke ah ah ah!, edito in Italia da Guanda nel 1994.e il trattamento ridarelli è il suo primo libro per bambini, scritto con la collaborazione dei suoi figli.

Si tratta di un racconto originale, imprevedibile ma soprattutto divertentissimo.

La prima volta che l’ho letto, anzi, in realtà l’ho ascoltato attraverso Audible, l’app distribuita da Amazon, interpretato la Neri Marcoré, un’ora ininterrotta di risate e colpi di scena! Potete trovarlo qui:

il trattamento ridarelli. audiolibri.

Il trattamento ridarelli è un trattamento riservato a quegli adulti che hanno trattato male dei bambini. Che siano genitori che mandano i figli a letto senza cena oppure insegnanti troppo severi, non fa differenza, i ridarelli sono lì a prendersi cura dei bambini fin dalla preistoria. Sono essi stessi ad organizzare il trattamento: prendono il materiale, lo posizionano e stanno lì ad aspettare che il trattamento sia compiuto.  Nessuno sa dire esattamente che aspetto abbiano perché si mimetizzano con qualsiasi cosa  quindi nessuno li ha mai visti.

Ogni elemento di questo libro è parte integrante della storia e partecipa attivamente alla narrazione ed allo svolgimento. Il libro stesso, attraverso una particolare suddivisione i capitoli, sembra divenire a tratti il narratore. Ugualmente i personaggi, primari come il cane Rover o la famiglia Mack, o secondari come il gabbiano o l’avvoltoio, prendono il loro spazio, chi nel voler raccontare la propria versione dei fatti, chi con la propria storia ad influenzare o a partecipare agli eventi.

Inutile sarebbe scendere nei particolari della trama che toglierebbe al lettore la sorpresa della scoperta perché quando l’inevitabile sta per accadere cose cambiano ed il lettore viene trascinato in una rocambolesca corsa a perdifiato tra pathos e risate

APPUNTI/SPUNTI

Età di lettura 5+

Io credo che un’ora di risate fatte insieme, a partire da chi legge passando per tutti i partecipanti, sia già un’ottima attività sia individuale che  di gruppo. Ridere aiuta il diaframma ad allargarsi migliorando la respirazione e favorendo il benessere.

Interessante sarebbe anche invitare i partecipanti  a riflettere su quale potrebbe essere un loro personale trattamento. Utilizzando il disegno o la scrittura si può intitolare il lavoro TRATTAMENTO………………….. aggiungendo il proprio nome. Questo tipo di lavoro, oltre a stimolare la fantasia, è utile ad ampliare la gamma di possibili risposte verso situazioni spiacevoli e comportamenti inadeguati.

A seconda della fascia di età alla quale è rivolta la lettura, si può considerare di trattare il tema dell’ironia come capacità espressiva matura in grado di stemperare tensioni e aggressività

Il libro lo trovi qui:

Il trattamento ridarelli di Roddy Doyle

 

Annunci

Un pensiero riguardo “Il trattamento ridarelli di Roddy Doyle”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...