Da Io a Tre

Da Io a Tre. Incipit.

 

incipit

C’è chi ci provava da tanto. C’è chi ha fatto subito centro.
C’è chi a fare centro non ci pensava proprio.

C’è un universo di possibilità, di situazioni, di emozioni.
C’è chi ha pianto di felicità. C’è chi ha pianto per la paura.

C’è chi ha preso il telefono per gridarlo al mondo.
C’è chi ha pensato di scappare (realizzando in quello stesso istante che non sarebbe andata lontano… ).

Tre minuti. Due linee. Un punto.
Di svolta. Di non ritorno. Di rottura. Di unione…..

C’era una volta Io. Io aveva sempre tante cose da fare, da pensare, da sognare.
C’era Lui. Lui aveva sempre tante cose da fare, da pensare e doveva aiutare Io a tenere i piedi per terra.
C’erano due lineette rosa.

Adesso.
C’è Boh.

 

Da qui inizia il processo di consapevolezza che da Io si è diventati Tre. Non per tutte le donne la gravidanza è una scelta ragionata o un desiderio coltivato da tempo, capita anche che sia un evento inaspettato e destabilizzante. In un caso o nell’altro niente sarà come la mamma, il papà e la coppia se lo era immaginato. Magari si scoprirà che delle paure erano infondate, alcuni dubbi si dissolveranno. Si scoprirà anche che aspettare un bambino, in tutte le sue sfaccettature non è un percorso tutto in discesa.

Il libro che propongo oggi, basato sulla personale esperienza dell’autrice, è piacevolissimo da leggere, divertente e ironico, tratta il tema della gravidanza sinceramente, liberandola da tutti i falsi miti che la nascondono e riscattando il diritto di ogni donna che diventa madre di essere e restare imperfetta.

Il libro si intitola “Quello che le mamme non dicono”,con un sottotitolo ancor più esplicativo: “Dal Pampero ai Pampers, alla ricerca dell’istinto materno”, pubblicato nel 2010 per Rizzoli.

L’autrice è Chiara Cecilia Santamaria,  nata a Roma  vive a Londra. Scrive da sempre e ha collaborato con testate come “Vanity Fair”, “Gioia”, “Cosmopolitan”. Per un approfondimento biografico e bibliografico vi rimando a machedavvero.it , il suo fantastico blog. Proprio nel blog, iniziato al quarto mese di gravidanza, ha trovato una prima valvola di sfogo che poi ha dato il via ad una bella carriera, il suo è tra i blog più letti della rete. Negli anni è cambiato, si è adattato ai cambiamenti di vita della sua autrice ma senza risentirne troppo, anzi arricchendosi di temi interessanti e trattati con profondità e rispetto, dai viaggi a condizioni di disagio personale come la depressione di cui si parla ancora troppo poco.

Quello che le mamme non dicono

Lei ha 27 anni tra carriera, aperitivi, viaggi e uscite con le amiche, si sente padrona della sua vita. La  scoperta di essere incinta è uno shock, “fare la mamma” sembra un’attività totalizzante, incompatibile con libertà, sogni, ambizioni. L’autrice decide di affrontare la situazione armandosi di buoni propositi per essere una buona madre riuscendo a conservare la parte migliore di sé – quella divertente, folle, avventuriera – anche dopo un figlio. Senza nulla togliere alla felicità ed alla “fantasmagorica esperienza di essere genitori”, riesce a dare voce a quei  momenti neri che nessuno racconta, che dopo un mese di neonato ne servirebbero tre di psicoterapia, che ogni tanto è normale rimpiangere il “prima”. Dimenticate la mammina che chiama il figlio “angioletto” anche se non dorme da quindici settimane, quella che considera il parco giochi una botta di vita e decanta le gioie delle vacanze coi nonni. Preparatevi a scoprire tutta la verità riguardo alla vita col pupo, e anche gli esilaranti retroscena di pappe, giochi e ninne nanne. Un libro dedicato alle donne che si sentono troppo giovani per fare figli, a quelle che ci pensano ma non sanno cosa le aspetta, a quelle che già ne hanno e certe volte, con tutto l’amore del mondo, vorrebbero fuggire alle Bahamas.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...