Bimbi con i Libri

Mortina

mortinaMORTINA, una storia che ti farà morire dal ridere.Mortina è una bambina, ma è diversa dagli altri: è una bambina zombie. Vive a Villa Decadente con la zia Dipartita e per amico ha un levriero albino di nome Mesto, da cui non si separa mai. Mortina vorrebbe avere amici della sua età con cui giocare e divertirsi, ma le è proibito farsi vedere dagli altri: potrebbero spaventarsi. Un giorno però arriva l’occasione giusta: la festa di Halloween! Mortina non deve nemmeno travestirsi… Ma cosa succede quando gli altri bambini scoprono che lei non indossa nessuna maschera?

L’autrice è Barbara Cantini, nata a Firenze. Dopo la laurea si diploma in cinema d’animazione. Ha lavorato come animatrice cartoon a varie serie TV per la rai fino al 2011, quando ha vinto il concorso “L’illustratore dell’anno”. Da allora si dedica a tempo pieno all’illustrazione collaborando con editori americani, inglesi e italiani. Questo è il suo primo libro, uscito quest’anno ad ottobre e del quale è previsto il seguito in uscita a marzo 2018. Sono andata a sbirciare nel suo blog barbaracantini.blogspot.it, dove oltre ad un biografia più dettagliata, si trovano illustrazioni e racconti veramente interessanti, vale veramente la pena andare approfondire la sua conoscenza.

APPUNTI/SPUNTI

Le illustrazioni sono strepitose, divertenti, piene di dettagli di sfumature, i personaggi sono tanto strambi quanto espressivi a partire dai nomi azzeccatissimi. C’è un universo da scoprire in ogni pagina che Mortina stessa racconta e spiega attraverso degli appunti scritti a mano da lei stessa.

La storia è breve e scritta in maniera scorrevole. L’età di lettura suggerita è a partire dai 6 anni, ma viste le meravigliose illustrazioni secondo me può attrarre anche bambini più piccoli.

riguardo il contenuto direi che porta in due direzioni parallele, quindi diverse, quindi che non si incontreranno mai. Il bambino lettore sarà di certo affascinato dalla protagonista che sicuramente, come i bambini nella storia, vorrebbe avere come amica. Gli adulti invece potrebbero riconoscersi nella irremovibile diffidenza di zia Dipartita. La diffidenza, nel caso di zia Dipartita, nasce dalla paura di essere cacciata, emarginata e questo la porta a nascondersi e a nascondere la nipotina anche ai coetanei. Mortina è un messaggio vivente di accettazione incondizionata di sé, ed è un messaggio forte perché non è dichiarato in nessun modo. Lei non si riferisce mai alla sua condizione di piccola zombie, con le occhiaie ed il corpo smontabile, come un problema o come un limite, l’unica categoria alla quale sente di appartenere è quella dei bambini. Il suo desiderio di vita, anche da morta, la spinge a progettare un piano per conoscere altri bambini ma sarà grazie alla sua genuina ingenuità, sulla scia dell’entusiasmo, che svelerà la sua vera identità. Come nella vita reale molto spesso accade che siano gli adulti a vedere impedimenti e problemi laddove i bambini vedono solo altri bambini. In fondo dunque Mortina e zia Dipartita sono poi tanto diversamente normali rispetto a Noi, o forse siamo Noi a crederci troppo normalmente diversi da loro.

Perché non prendere spunto proprio dai disegni del libro e lasciare che i giovani lettori (ma anche i grandi volendo) si disegnino in stile Mortina? Mettendo in risalto qualche difettuccio che di solito si cerca di camuffare? Questo semplice esercizio, se fatto in un contesto adeguato e se accompagnato da una adeguata riflessione in gruppo, può favorire il percorso verso una sana accettazione di sé e del diverso da sé. (questa attività può essere svolta anche da bambini più piccoli, dai sei anni)

Volendo creare invece una attività più movimentata si può consegnare ai partecipanti una simil carta di identità, ciascuno dovrà compilarla con nome, cognome, luogo e data di nascita e un aggettivo positivo ed uno negativo. Terminata la compilazione le carte di identità verranno prelevate ridistribuite a caso e ad ciascuno toccherà il compito di disegnare l’intestatario del documento. Quando le carte di identità saranno state compilate in tutte le parti dovranno essere esposte (attaccate su un cartellone, appese con le mollette ad un filo o semplicemente fatte girare nel gruppo. Ci si riconosce nei disegni dei compagni? Come mi vedono gli altri, e cosa è diverso rispetto a come io mi vedo?( attività può essere svolta da bambini dai sei anni)

(l’attività di seguito sarebbe più adatta ad un gruppo di ragazzi dai 10 anni, tuttavia se semplificata adeguatamente potrebbe essere proposta a bambini più piccoli)

Successivamente si può proporre ai partecipanti di dividersi in categorie: tutti gli alti a destra, tutti i bassi a sinistra, tutti quelli con gli occhi chiari vicino la porta mentre chi ha gli occhi scuri accanto alla finestra, e ancora chi ha i capelli corti seduti chi li ha lunghi in piedi, e si potrebbe continuare all’infinito. A questo punto si fa notare al gruppo che ci sono delle cose che non tornano, ci sono persone con gli occhi scuri nel gruppo dei bassi, altri si sono seduti ma dovrebbe andare a destra. Dopo aver lasciato qualche minuto ciascuno alle le proprie riflessioni sul perché avendo in sé più di una caratteristica(basso e occhi chiari) abbia scelto una categoria piuttosto che un’altra, si può iniziare la fase di condivisione e confronto in gruppo, in questo caso partendo da due spunti evidentemente emersi dal gioco:

  1. siamo tutti l’insieme di caratteristiche diverse, siamo tutti diversi, è impossibile dividersi in categorie troppo ristrette. Questo d’altra parte amplifica il valore dell’unicità di ciascuno.
  2. Molto spesso, prima che lo facciano gli altri, siamo noi che tendiamo a chiuderci in categorie e ci attribuiamo delle etichette.
Annunci

Un pensiero riguardo “Mortina”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...