Un libro nello zaino

NESSUN DOVE , Neil Gaiman

Una volta avevo un libraio di fiducia. Io entravo nella sua libreria e gli dicevo “che mi dai oggi?”. Mi fidavo e, non sapere assolutamente niente del libro che veniva via con me, aumentava il livello di curiosità e la smania di iniziare a leggere.  Il libraio credo sia ancora lì, io invece no. Da tempo ormai non vado a farmi scegliere un libro ma conservo tutti quelli avuti come tesori dai quali, a cascata ne sono arrivati altri.

In assoluto quello che è forse il libro del mio cuore perché mi calza proprio a pennello, tanto che mi sarei potuta tranquillamente mischiare ai suoi personaggi, è NESSUN DOVE.

L’autore è Nei Gaiman,  è nato a Portchester in Inghilterra, nel 1962 (ma non ci giurerei. Io riporto quanto scritto sul libro ma in rete in molti indicano il 1960 come anno di nascita. Ecco volevo essere chiara visto mai qualcuno poi non ci avesse dormito stanotte pensando a quanti anni avesse realmente Gaiman. E un pò perché sono pignola. Ma solo un po’).Tornando alle cose importanti. Neil Gaiman  è giornalista, scrittore, fumettista, lavora per tv e radio e pare sia molto social. Scrive racconti di fantascienza e sceneggiature per fumetti. Gaiman ha scritto anche sceneggiature televisive e testi radiofonici, testi per canzoni e romanzi, anche per per ragazzi. Tra i suoi romanzi più celebri, oltre a  Neverwhere (Nessun dove), troviamo il romanzo a fumetti Sandman, StardustAmerican Gods, I ragazzi di Anansi, Coraline forse più famoso per il film che per il libro, infine il romanzo scritto con Terry Pratchett Buona Apocalisse a tutti.

nessundove.jpgNESSUN DOVE

Richard Mayhew è un giovane inglese comune che per lavoro sta per trasferirsi dalla periferia a Londra Quello che invece troverà a Londra è una rivelazione. Durante una cena di lavoro con il capoufficio della sua fidanza, Richard si ferma a soccorrere una ragazza ferita, e la porta a casa sua. La ragazza dice di chiamarsi Porta e manda Richard a cercare un uomo che si fa chiamare Marchese di Carabas, legato a Porta per via di uno scambio di favori. Grazie a questa coincidenza, Richard scopre l’esistenza di una Londra di sotto popolata da personaggi molto particolari, e qui inizia la sua avventura  insieme ad una improbabile compagnia alla ricerca di chi ha ordinato la morte della famiglia di Porta.

La striscia gialla della metropolitana di Londra rappresenta la linea di confine tra il mondo conosciuto, quello fatto di obblighi e ricerca di approvazione, dove fare carriera, avere una casa ed una bella ragazza sono l’immagine da mostrare e la Londra di sotto, un mondo paradossale specchio rovesciato della città di sopra e i personaggi che lo abitano sono quelli che in superficie non sono visti, non perché invisibili ma perché ignorati, che a forza di essere spinti ai margini della società e della vita, hanno fatto di quel margine confine tra loro e gli altri. Abbiamo Richard che non risulta un eroe aitante e coraggioso:

“Non ho paura di cadere” si disse. “Quello di cui ho paura è il momento in cui smetti di cadere e cominci a essere morto.” Ma sapeva di mentire a sé stesso. Era la caduta che temeva – la paura di agitarsi e ruzzolare impotente nell’aria giù verso il lontano pavimento roccioso, sapendo di non poter fare nulla per salvarsi.

Richard Mayhew rappresenta piuttosto proprio quella linea di confine tra i due mondi e non sa bene dove preferisce stare, dove si trova a suo agio, o meglio dove si può sentire più in contato con se stesso. La sua avventura lo costringe a confrontarsi con se stesso, con i suoi desideri e le sue priorità, a fare delle scelte, ad avere coraggio. Porta, che ha il potere di aprire passaggi e porte, è la sua occasione per intraprendere questo percorso. I personaggi che popolano Nessun Dove sono semplicemente meravigliosi e ce n’è  per tutti i gusti.

neverwhere___mr_croup_and_mr_vandemar_by_fuelreaver-d73cz1c.jpg

Ci sono i cattivissimi Mr. Croup e Mr.Vandemar, vogliono catturare Porta e sono crudeli e grotteschi al tempo stesso. (immagine presa da Neverwhere – Mr Croup and Mr Vandemar by Fuelreaver)

 

 

Il mio preferito è Marchese di Carabas furbo affarista che aveva un obbligo nei confronti del padre di Porta e che per questo si trova ad aiutarla.

“Ma non sembrano tutti uguali questi tunnel?” chiese Richard “Come si fa a capire qual è l’uno e qual è l’altro?”
“Non si capisce” disse il Marchese. “Infatti ci siamo irrimediabilmente persi. Non ci troveranno mai più. Tra un paio di giorni ci uccideremo a vicenda per procurarci il cibo.”
“Sul serio?”
“No.”

neverwhere___hunter__door_and_richard_by_fuelreaver-d7kuz73.jpgDella compagnia di Richard e Porta fa parte anche Hunter, leggendaria cacciatrice di bestie mitiche e altri straordinari personaggi le cui caratteristiche originali e singolari arricchiscono la storia.

(immagine presa da Neverwhere – Hunter, Door and Richard by Fuelreaver)

 

Il romanzo Nessun Dove nasce da una serie tv e nel corso del tempo viene corretto e ampliato più volte.

Chiudo con una citazione che apre a molte riflessioni:

“Quando gli angeli vanno a male, Richard, marciscono più di chiunque altro.”

Il Marchese de Carabas

Qui sotto un estratto dalla serie tv. Il momento in cui Richard incontra per la prima volta il Marchese de Carabas

Annunci

15 pensieri riguardo “NESSUN DOVE , Neil Gaiman”

      1. Io al contrario non ho letto il libro.. per le storie con molti personaggi e trame parallele mi trovo meglio con il formato serie tv, anche perché sono una delle mie passioni principali! 😊
        Ma Coraline libro mi incuriosisce proprio… sì, scrivi qualcosa!! 😀

        Liked by 1 persona

            1. Ahimè non sono molto aggiornata 😩. Con due piccoli gnomi dittatori è difficile guardare la tv 😣comunque oltre ad essere una fan di x-Files che ho riguardato tutto un paio di volte, mi piaceva dexter, once upon a time, sanctuary, haven, fringe… insomma un po’ date 😓spero di recuperare piano piano

              Liked by 1 persona

              1. Che carini gli gnomi dittatori 😄💕
                X-files lo sto guardando un po’ alla volta dall’inizio perché all’epoca ero troppo piccola!
                Fringe è tra le mie serie preferite in assoluto… adoro Walter Bishop e Olivia 😍
                L’ultima che ho apprezzato a mille è Hannibal! *-* tanto che in questo momento a parte continuare quelle in corso sono un po’ apatica in quanto a serie, da quanto mi è piaciuta!
                Un’altra che ti stra consiglio e dura solo una stagione per il momento, se ti è piaciuto fringe, è the O A 💙

                Mi piace

  1. Gaiman è uno dei miei autori preferiti, Nessundove lo dovrei assolutamente rileggere data la mia esperienza londinese, probabilmente adesso vedrei un sacco di dettagli in più 🙂 Il migliore però resta American Gods, un capolavoro!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...