Approfondimenti, Bimbi con i Libri

#SHARINGBOOKS -terza settimana- tema FELICITA’

Terzo appuntamento con #SHARINGBOOKS al quale sono stata invitata a partecipare dal Blog RaccontAmi di Katy. Il tema della settimana è la  felicità che comprende libri a lieto fine, progetti realizzati, sentimenti positivi, e qui il livello di difficoltà per me si alza vertiginosamente! Siccome non mi sento molto ferrata sul tema ho deciso che oggi mi butto senza troppo rifletterci e “io speriamo che me la cavo”. In fondo, mal che vada, avrò comunque proposto tre belle letture (almeno dal mio punto di vista).

Prima di presentare le mie scelte per questa categoria facciamo un riassunto delle puntate precedenti:

#SHARINGBOOKS è un’iniziativa organizzata dal blog Vuoi conoscere un casino?.

  •  #Sharingbooks, cos’è e come partecipare

Si tratta di un evento che, attraverso la diffusione dei libri grazie all’uso dei social, ha l’obiettivo di far conoscere il maggior numero di libri possibile a un pubblico sempre più vasto.

Per un mese, ad ogni settimana corrisponderà un tema chi deciderà di partecipare dovrà scrivere il suo post in questo modo: tre titoli, una citazione di uno dei libri, l’hashtag dell’evento e tre persone taggate che  potranno partecipare a loro volta. In ogni post uno dei libri dovrà essere ripreso dal post della persona che vi ha taggato, mentre gli altri due dovrete aggiungerli voi. [qui per maggiori info]

  •  I temi 
L’evento è iniziato lunedì 2 aprile e terminerà il 29 aprile.
I temi dei post saranno i seguenti:
  • 2 aprile: amore (romantico, platonico, familiare, come amicizia… qualunque tipo di amore);
  • 9 aprile: fantasia (immaginazione, sogni, fantasy, sci-fi);
  • 16 aprile: felicità (libri a lieto fine, progetti realizzati, sentimenti positivi);
  • 23 aprile: coraggio (eroi ed eroine, fatiche e paure, azioni grandiose e quotidiane).

 

Il tema di oggi è FELICITA’

Il primo autore a che mi è venuto in mente pensando a storie a lieto fine e a progetti realizzati è stato Roddy Doyle. In particolare la sua Trilogia sulle vicende della famiglia Mack e del cane Rover, cane spregiudicato e intelligentissimo, “con un cervello grande come l’Africa ficcato in una testa grossa come una patata lessa”. Non potendo proprio sceglierne uno, anzi, non potendo lasciarne fuori due, ecco qua la serie completa:

Il trattamento Ridarelli

Il trattamento Ridarelli di [Doyle, Roddy]Il trattamento ridarelli è un trattamento riservato a quegli adulti che hanno trattato male dei bambini. Che siano genitori che mandano i figli a letto senza cena oppure insegnanti troppo severi, non fa differenza, i ridarelli sono lì a prendersi cura dei bambini fin dalla preistoria. Sono essi stessi ad organizzare il trattamento: prendono il materiale, lo posizionano e stanno lì ad aspettare che il trattamento sia compiuto.  Nessuno sa dire esattamente che aspetto abbiano perché si mimetizzano con qualsiasi cosa  quindi nessuno li ha mai visti. QUI il post  completo.

Aspetta, Aspetta! Questa non è una storia in cui si parla di biscotti. E non è una storia sulla cacca. E’ una storia che parla delle gente che ha messo la cacca sul marciapiede per farla calpestare dal Signor Mack… Era cacca di cane, ma no era il cane a metterla lì. E questa storia parla delle piccole creature che ce l’avevano messa appena dieci secondi prima che il Signor Mack girasse l’angolo

Rover salva il Natale

Rover salva il Natale di [Doyle, Roddy]Rover salva il Natale è il secondo libro di una trilogia che comprende anche Il Trattamento Ridarelli e Le Avventure nel Frattempo. I bambini la sera non vogliono mai andare a letto. Tranne il 24 dicembre. Ma non sanno che Babbo Natale è davvero nei guai e che i loro regali sono seriamente in pericolo. Rudolph, la renna più forte e più veloce, che sa orientarsi a occhi chiusi tra le stelle, la renna più esperta negli atterraggi sui tetti, la renna che canta volando da un paese all’altro, è in sciopero. Babbo Natale sa che c’è solo un animale in grado di sostituire Rudolph: un cane di nome Rover! Riuscirà l’astuto elfo inviato da Babbo Natale a convincere il cane più furbo del mondo – quello che vendeva la cacca ai Ridarelli – a lavorare gratis per una notte intera? Un volo a perdifiato intorno al globo terrestre, una corsa contro il tempo, tra demenziali intervalli pubblicitari, capitoli capricciosi, lucertole innamorate e imprevisti esotici di ogni genere… È una notte speciale: stavolta anche i bambini possono viaggiare con Babbo Natale, e dal cielo cade zucchero invece che neve. QUI il post completo.

Le avventure nel frattempo

le avventure nel frattempoUltimo capitolo della trilogia di Roddy Doyle sulle vicende della famiglia Mack e del cane Rover. Una serie di avventure improbabili che si scatenano tutte una nel frattempo dell’altra: il signor Mack finisce in galera, ovviamente per un gigantesco equivoco, nel frattempo sua moglie non si sa dove sia, nel frattempo Jimmy e Robbie cercano di far evadere il padre, nel frattempo Kayla, insieme alla inseparabile amica Victoria e a Rover, partono alla ricerca della mamma e nel frattempo le lumache cercano di conquistare il mondo! Una trilogia meravigliosa! I tre libri possono essere tranquillamente letti in ordine casuale o anche scegliendone solo uno però letti in ordine e di seguito moltiplicano l’effetto esilarante! QUI il post completo.

IL PROSSIMO LIBRO E’ DEDICATO AI GIOVANI LETTORI

La principessa e la cacca di mammut.

imageQuarantasette simpatiche pagine. Racconta la storia di una principessa di nome Albadoro. Albadoro è smorfiosa, antipatica e capricciosa per questo nessuno la sopporta più e via, via tutti si allontano da lei e dalla sua famiglia. Quando un bel giorno anche la sua Tata, rimasta ultimo sostegno ai suoi genitori, si arrende e se ne va, al Re non  resta altro che invocare l’aiuto della fata madrina. E così inizia l’avventura di Smorfy ( questo il soprannome della principessa). La fata madrina, personaggio piuttosto anticonvenzionale per la sua categoria, invece di offrire una soluzione alla abracadabra, decide di mettere Albadoro alla prova. Lascio a voi il piacere di scoprire dove si collocano nella storia il mammut e la cacca! QUI il post completo.

PER CONCLUDERE UN LIBRO SCRITTO PER I BAMBINI MA CHE FA BENE AGLI ADULTI

Gelsomino nel paese dei bugiardi

Una storia che non dimostra affatto sessanta anni. Il contenuto ed i messaggi, espliciti ed impliciti, che emergono mostrano una lettura attuale della società. Uno dei temi centrali è senza dubbio la forza che si trova nella collaborazione e nell’amicizia. Valori che rimandano all’importanza, alla necessità dello stare insieme, del gruppo ed in senso più ampio della comunità, contrariamente all’andamento della società moderna che si muove sempre più in una direzione individualista. Nella storia troviamo anche quello che io definirei un vero e proprio elogio alla diversità ed un invito implicito a ricercare ed utilizzare ciascuno la propria: Gelsomino è un ragazzino e poi un giovanotto qualunque, che però ha una voce fuori dal comune, nel corso della storia questa voce, che spesso gli si ribella, gli crea molti problemi fino a quando Gelsomino non la accetta e dunque la integra con il restò di sé, a quel punto la voce non è più un fardello, un problema da nascondere e tenere a bada ma diviene la risorsa con la quale farà trionfare la verità. Anche il Zoppino, il gatto con tre zampe disegnato col gesso, sente spesso l’irrefrenabile impulso di scrivere con la sua zampa  sui muri i suoi pensieri di verità, e per questo si caccerà nei guai ma sarà questo suo bisogno di verità, insieme alla sua condizione di disegno, che  lo porterà fuori da quei guai e gli permetterà di salvare gli amici anche pagando un caro  prezzo. Ecco quindi che pur mettendo l’accento sul valore del gruppo, Rodari sottolinea il principio positivo della diversità e della forza personale. Un altro tema centrale, e molto attuale, del racconto è la tendenza a creare un immagine di sé arricchita, se non coperta, da sovrastrutture. Nel paese dei bugiardi molti hanno nascosto il loro vecchi abiti, e con essi la loro vera personalità, per indossarne altri che rispecchiano la società in cui vivono,  solo alla sera, di nascosto, li riprendono per tornare ad essere se stessi e sentirsi liberi… Ci sono tantissime altre cose da dire su questo libro, quindi se vi è piaciuto, QUI trovate il post completo!

Annunci

2 pensieri riguardo “#SHARINGBOOKS -terza settimana- tema FELICITA’”

  1. Grazie! È da un po’ che leggo principalmente libri per bambini/ragazzi e ogni volta mi sorprendono 😍. Ho letto ora il tuo post su tema felicità mi ha colpito molto il libro che parla del rapporto tra nonna e nipote.. da leggere!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...