Approfondimenti

Altro giro, altra corsa.

Continua impietosa l’ondata di febbre in casa Poppins. Al momento si registrano 3 vittime su 4 con una recidiva. Nonocelapossofà. Dopo un inverno che ci ha visti trionfare su di una epidemia influenzale che ha messo ko il fior fiore di illustri fisici, eccoci a soccombere sotto il dominio della primavera che, seppur bizzarra quest’anno, è arrivata carica di pollinose munizioni e repentine escursioni termiche. Dunque, fatta la premessa, prendete due piccole canaglie, una mamma che non riesce a stare ferma, mai, e che per cause di forza maggiore non può riprendere a lavorare, chiudeteli in una casa e connetteteli a Pintrest. Le povere creature si troveranno a dover assecondare senza scampo i momenti creativi della madre che ha in archivio centinaia, e centinaia di progetti da realizzare.

E quale miglior giorno per realizzare un giocattolo di altri tempi che ci aiuti a trasformare le pareti di casa in un bosco incantato, in una prateria sconfinata, in una giostra, o anche una alla volta in ognuna di queste e altre cose? Se non altro perchè proprio ieri sono stata da Decathlon e ho trovato esattamente quello che mi serviva!

1536a602-1670-4abb-8695-b7d8fb742d5dPronti, partenza, via!

Quelli verdi sono i tubi per il nuoto. Spago. Bottoni. Cartoncino. Occhi. Stoffa. L’immancabile, insostituibile, ineguagliabile Colla a caldo.

 

 

E… Eccoli qua! Due bellissimi cavalli verdi pronti a cavalcare i sentieri della fantasia! Dopo aver preso confidenza con il nuovo mezzo i due cavalieri mi hanno raccontato di aver fatto la prima galoppata in riva al mare all’alba (secondo me dobbiamo chiarire il concetto di alba). La seconda avventura dicono si sia svolta in un bosco dove c’era un lupo cattivo (dove l’ho già sentita questa?!) l’hanno affrontato grazie alla destrezza dei loro cavalli e pronti a sfoderare le spade. Siccome la faccenda si faceva piuttosto violenta, ho suggerito loro altri strumenti meno cruenti: un succo di frutta all’aceto, il lancio di un sacchetto di pepe o di suotare sul sentiero un barattolo di ceci secchi che facesse scivolare in lupo durante l’inseguimento (solo ceci non il vasetto!). Beh non so quale abbiano scelto alla fine ma la battaglia li ha stancati. Ora si riposano tutti e quattro sul divano. Loro insieme a Verde e Fulmine.

Annunci

Un pensiero riguardo “Altro giro, altra corsa.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...