Bimbi con i Libri, Piccoli lettori crescono

30 novembre

Il 30 novembre scendo dalle montagne russe festeggiando il compleanno del mio Orcacchiotto. Il mio augurio per lui quest’anno lo faccio dedicandogli una lettura e quello che per me ha significato.

Questo è proprio un compleanno speciale, è quella che io definirei la maggiore età dell’infanzia. I 3 anni. Un treenne, di norma spannolinato e scolarizzato, entra di diritto nella categoria Bambino, andando via, via perdendo il fascino sfacciato e gratuito del bebè. Dall’altra parte inizia a tessere la sua rete sociale individuale scegliendo tra i compagni con chi giocare, con chi aprirsi e così le sue scelte, i suoi gusti, si faranno sempre più personali e inizierà a pagare i biglietti del cinema, delle mostre… Come per ogni traguardo raggiunto si chiude un percorso e se ne apre un altro e noi con curiosità stiamo qui a osservarlo, pronti a sostenerlo, accompagnarlo e guidarlo.

Il libro che ho pensato per questa occasione è

MISTERIOSA. le storie di Olga di Carta.

Cosa significa diventare grandi? E come si fa? «Crescere è una faccenda complicata» direbbe il professor Debrìs, e Olga lo sa bene: per rassicurare una giovane amica, che di crescere non vuole sentire parlare, le racconta la storia di una bambina a cui i vestiti stavano sempre troppo grandi, anche se l’etichetta riportava la sua età, o la sua taglia, e che saltava nei disegni per fuggire dalla realtà. La storia di Misteriosa è la storia di chi fatica a trovare il proprio posto nel mondo, fugge da responsabilità e doveri, incapace di assumersene il carico, e combatte strenuamente per restare fanciullo. È anche, però, la storia di una bambina che non si arrende. Una storia che farà ridere, pensare e spalancare gli occhi per lo stupore; e che rassicurerà Olga, i suoi amici e i lettori di tutte le età su un punto, che è certo: per diventare splendidi adulti occorre restare un po’ bambini.

A lui Olga di Carta piace molto, non che l’abbia mai letta in verità, ma conosce i libri e spesso li foglia incantato dai disegni. Questo è il terzo libro della Serie che ha come protagonista una bambina di nome Olga che ha il dono di raccontare le storie, storie speciali che riguardano in qualche modo chiunque la ascolti, storie che commuovono e guariscono.

In questo terzo libro Olga racconta la storia di un’altra bambina che tutti chiamano Misteriosa, e la racconta mentre, con i suoi amici si ritrova a vivere una avventura che li unirà ancora di più.

il senso profondo di questo romanzo l’ho trovato nel valore che è stato dato alla fantasia, all’immaginazione. Un valore che crescendo rischia spesso di essere cancellato, di svanire anche dal ricordo. Un valore che andrebbe curato con attenzione e coltivato. L’immaginazione e la fantasia sono chiavi che aprono la mente a idee nuove, a soluzioni originali e alla creatività, sono occhiali con cui guardare la realtà e scoprire altri punti di vista.

Noi adulti dovremmo recuperare la capacità di immaginare e insegnare ai bambini a viaggiare con la fantasia senza dimenticare la strada di casa, senza perdere di vista la realtà.

Io ti auguro Orcacchiotto mio di inventare millemila mondi, di visitarli e vivere avventure straordinarie per poi tornare e rendere migliore la realtà. E se qualche volta dovessi perderti, verrò io a riprenderti ❤️

Per chi non avesse ancora Conosciuto Olga di Carta: 

OLGA DI CARTA il viaggio straordinario.

OLGA DI CARTA Jum fatto di buio

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...